top of page

L'importanza e la funzione degli elettroliti nella nutrizione del cavallo

Aggiornamento: 15 feb

La sudorazione permette al cavallo di regolare la sua temperatura corporea. Soprattutto durante un'attività intensa, come l'allenamento o la competizione, i cavalli spesso sudano di più perché, in combinazione con la temperatura ambientale, la temperatura corporea aumenta. Quando i cavalli sudano per un periodo di tempo prolungato, perdono soprattutto liquidi ed elettroliti. Poiché gli elettroliti svolgono importanti funzioni nell'organismo, come il mantenimento dell'equilibrio dei liquidi, è importante fornire al cavallo una quantità sufficiente di elettroliti attraverso l'alimentazione per prevenire la disidratazione.



L'importanza e la funzione degli elettroliti nella nutrizione del cavallo

Gli elettroliti sono minerali caricati elettricamente che sono importanti per l'idratazione, gli impulsi nervosi e le contrazioni muscolari, tra le altre cose 1. Gli elettroliti più importanti nel corpo sono il sodio, il potassio, il cloruro, il magnesio e il calcio.

Il sodio, il potassio e il cloruro sono i principali elettroliti che influiscono sulla distribuzione dell'acqua nell'organismo 2. Il corretto rapporto di questi elettroliti nell'organismo è importante per mantenere un ambiente cellulare ed extracellulare favorevole. Il corretto rapporto di questi elettroliti nell'organismo è importante per mantenere un ambiente cellulare ed extracellulare favorevole 2. Il sodio e il potassio sono entrambi cationi (elettroliti con carica positiva) e il cloruro è un elettrolita con carica positiva. Il sodio e il potassio sono entrambi cationi (elettroliti con carica positiva) e il cloruro è un anione (elettroliti con carica negativa) e sono responsabili del mantenimento dell'equilibrio acido-base nell'organismo e della regolazione dell'osmosi. Il sodio e il cloruro si trovano entrambi principalmente nel liquido extracellulare, mentre il potassio si trova nelle cellule, soprattutto nel tessuto muscolare 2. Il potassio è importante anche per la segnalazione nervosa e le contrazioni muscolari.


Tra l'altro, gli elettroliti contribuiscono a mantenere in equilibrio i livelli di fluidi, prevenendo la disidratazione dell'organismo 4. Quando il cavallo è a riposo, l'equilibrio dei fluidi e degli elettroliti è in omeostasi. Quando il cavallo inizia a muoversi attivamente, il suo corpo genera molto calore, con conseguente aumento della temperatura corporea 5. Se la temperatura ambientale è inferiore alla temperatura corporea del cavallo, quest'ultimo può cedere calore all'ambiente evaporando l'umidità sulla pelle, cioè sudando 6,7. Come già detto, il cavallo perde liquidi, evitando la disidratazione. Come già accennato, il cavallo perde umidità ed elettroliti attraverso la sudorazione 8. Più la temperatura corporea è elevata, più il cavallo suda e quindi perde più liquidi ed elettroliti. Se la temperatura ambientale è superiore alla temperatura corporea del cavallo, cioè a temperature superiori a 36 ̊C, il cavallo suda di più ma il corpo non si raffredda perché non può cedere il calore all'ambiente 7. È quindi molto importante fornire al cavallo acqua ed elettroliti in quantità sufficiente in queste condizioni.

Attraverso una ricerca, Zeyner et al. (2014) hanno sviluppato un sistema di punteggio che stima quanti litri di sudore il cavallo perde con l'attività. Il sistema di punteggio contiene 5 punteggi e la quantità di sudore perso è stimata tra 1 e 18 litri. Ciò consente di prevedere la quantità di liquidi ed elettroliti di cui il cavallo ha bisogno dopo l'allenamento o la gara per mantenere l'equilibrio dei liquidi. Tuttavia, questo studio è stato condotto con una temperatura ambiente equivalente alla temperatura ambiente e le sessioni di allenamento erano di bassa o media intensità per i cavalli. Altre condizioni possono effettivamente indurre il cavallo a sudare di più o di meno.


Quando il cavallo suda e perde liquidi ed elettroliti dal corpo, l'equilibrio acido-base dell'organismo si riduce. Per compensare queste perdite, l'organismo può fare in modo che l'assorbimento di elettroliti dall'apparato digerente aumenti. Inoltre, i reni fanno in modo che, se l'assorbimento di elettroliti dall'apparato digerente non è sufficiente, la perdita di liquidi, sodio e cloruro attraverso l'urina sia minore 9.


Una quantità sufficiente di foraggio grezzo e di fibre nella dieta del cavallo influisce, tra l'altro, sull'equilibrio dei fluidi nel corpo del cavallo. Warren et al. (1999) hanno studiato l'effetto di una dieta ad alto contenuto di fibre sull'assunzione di acqua e sui livelli di liquidi intestinali. Da questo studio è emerso che una dieta ad alto contenuto di fibre induce i cavalli a bere più regolarmente e ad assorbire più liquidi. Inoltre, a causa della quantità di foraggio grezzo e di liquidi assunti, l'intestino trattiene più liquidi, il che può avere un effetto positivo sul bilancio dei liquidi quando il cavallo inizia a muoversi attivamente e a sudare.


Come già detto, è importante fornire al cavallo una quantità sufficiente di elettroliti attraverso la dieta. Una carenza di elettroliti dovuta a un'eccessiva sudorazione senza accesso agli elettroliti per reintegrare le perdite può portare, ad esempio, a disidratazione, affaticamento, spasmi muscolari ricorrenti, ulcere gastriche, coliche, disturbi neurologici e, nei casi più gravi, a rabdomiolisi (rottura eccessiva e accelerata del tessuto muscolare) 11,12. Una quantità sufficiente di foraggio grezzo ed eventualmente di mangime concentrato fornisce al cavallo gli elettroliti necessari quando il cavallo è a riposo o quando suda poco a causa di un ambiente più fresco o di un'attività a bassa intensità. Tuttavia, questo non è sufficiente quando il cavallo perde un'alta concentrazione di elettroliti attraverso la sudorazione. Si raccomanda quindi di aggiungere alla razione integratori alimentari contenenti gli elettroliti necessari. Questa operazione può essere effettuata un'ora prima dell'allenamento, della gara o del trasporto o dopo per reintegrare le perdite 1. La maggior parte degli integratori di elettroliti viene mescolata all'acqua da bere per consentire al cavallo di assumere una quantità sufficiente di liquidi ed elettroliti per l'idratazione oppure viene aggiunta al mangime.


Synovium Electrolytes Q, della linea di integratori Synovium, è un integratore alimentare che può essere aggiunto alla razione per equilibrare il bilancio elettrolitico dopo che il cavallo ha sudato


Riferimenti


1. Lindinger, M. I. (2022). Oral Electrolyte and Water Supplementation in Horses. Veterinary Sciences, 9(11): 1-13.

2. Coenen, M. (2013). Chapter 10 - Macro and trace elements in equine nutrition. In: Geor, R.J., Harris, P.A., & Coenen, M., (Eds.). Equine Applied and Clinical Nutrition. Saunders Elsevier: China.

3. Groenendyk, S., English, P. B., & Abetz, I. (1988). External balance of water and electrolytes in the horse. Equine Veterinary Journal, 20(3): 189–193.

4. Waller, A. P., Heigenhauser, G. J. F., Geor, R. J., Spriet, L. L., & Lindinger, M. I. (2009). Fluid and electrolyte supplementation after prolonged moderate-intensity exercise enhances muscle glycogen resynthesis in Standardbred horses. Journal of Applied Physiology, 106: 91–100.

5. Lindinger, M. I. (2008). Sweating, dehydration and electrolyte supplementation: Challenges for the performance horse. European Equine Health and Nutrition Congress, 28-45.

6. Zeyner, A., Romanowski, K., Vernunft, A., Harris, P., & Kienzle, E. (2014). Scoring of sweat losses in exercised horses - a pilot study. Journal of Animal Physiology and Animal Nutrition, 98(2): 246–250.

7. Jenkinson, D. M., Elder, H. Y., & Bovell, D. L. (2006). Equine sweating and anhidrosis Part 1-equine sweating. Veterinary Dermatology, 17(6): 361-392.

8. Assenza, A., Bergero, D., Congiu, F., Tosto, F., Giannetto, C., & Piccione, G. (2014). Evaluation of serum electrolytes and blood lactate concentration during repeated maximal exercise in horse. Journal of Equine Veterinary Science, 34(10): 1175–1180.

9. Coenen, M. (2005). Exercise and stress: Impact on adaptive processes involving water and electrolytes. Livestock Production Science, 92(2): 131–145.

10. Warren, L. K., Lawrence, L. M., Brewster-Barnes, T., & Powell, D. M. (1999). The effect of dietary fibre on hydration status after dehydration with frusemide. Equine Veterinary Journal. Supplement, 30:508–513.

11. Fowler, M. E. (1979). Exhausted Horse Syndrome. Journal of the South African Veterinary Association, 85-86.

12.Walker, E. J., & Collins, S. A. (2017). The effect of exercise intensity and use of an electrolyte supplement on plasma electrolyte concentrations in the standardbred horse. Canadian Journal of Animal Science, 97(4): 668–672.

Comments


bottom of page